Foligno

Foligno

Foligno (Fulginia, Fulginium o Fulginiae in latino, Fuligni in fulginate) è un comune italiano di 57 164 abitanti in provincia di Perugia, in Umbria. Terza città della regione, si trova al centro della Valle Umbra. È attraversata dal fiume Topino. Foligno è il centro commerciale ed industriale più ricco e importante della Valle Umbra e il principale centro di comunicazioni dell’intera regione. Patrono della città, che fa parte del circuito delle città dell’olio, è san Feliciano, compatrona la Madonna del Pianto. Appartenne al Ducato di Spoleto fino al 1198, quando fu annessa allo Stato Pontificio, da papa Innocenzo III. Nel 1255 iniziò il periodo comunale e fu assoggettata prima all’Impero e poi ai Trinci fino al 1439. Durante la prima metà del XIII secolo, fatta eccezione per il breve periodo (1237-1239) in cui si alleò con Todi, Gubbio e soprattutto con la potentissima e guelfa Perugia, Foligno fu saldamente fedele all’Impero. Sempre dopo Terni e poi Todi fu il terzo baluardo ghibellino in Umbria (escluso il periodo dei Trinci), nel XIII secolo si scontrò in quattro cruente guerre con la vicina guelfa Perugia. La prima fu combattuta tra il 1248 e il 1251, la seconda nel 1254, la terza tra il 1282 e il 1283 e la quarta tra il 1288 e il 1289. Le prime tre furono vinte dai folignati, nell’ultima ebbe invece la meglio Perugia che estese la propria sfera di influenza a Foligno. Nel Trecento e nei primi decenni del Quattrocento, sotto la signoria guelfa dei Trinci, Foligno estese i propri confini fino all’Abruzzo (con Leonessa). Fu questa un’epoca di notevole sviluppo economico per la città, con l’affermazione di manifatture legate alla lavorazione del legno, della carta, dei filati, della ceramica e di alcuni metalli (fra cui oro e argento). A Foligno si svolgeva anticamente (dal 20 maggio al 20 luglio di ogni anno, dal 1425 e fino al 1816) una nota fiera, denominata “Fiera dei Soprastanti”, alla quale accorrevano mercanti da tutta Europa.

Mappa